AVVISO IMPORTANTE

Le istruzioni per la compilazione del questionario ECM online sono disponibili tra gli allegati in fondo alla pagina.
  • Accreditato da:
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

La Fibrillazione Atriale (FA) è una patologia caratterizzata da un ritmo cardiaco irregolare che si accompagna a manifestazioni cliniche di varia entità.

Le condizioni più conosciute e più temute dal punto di vista clinico sono l’embolia sistemica e l’ictus cerebri cardioembolico. In particolare, la FA è causa del 30% degli ictus ischemici e del 10% degli ictus criptogenici. Inoltre, la FA si associa a una serie di altre condizioni patologiche, fra cui lo scompenso cardiaco (20-30% dei casi, rischio triplicato rispetto alla popolazione generale), il decadimento cognitivo (aumento del rischio del 40-60%) e la depressione (16-20% dei casi). La FA impatta in modo importante sulla vita dei pazienti, infatti più del 60% dei pazienti affetti lamenta una ridotta qualità di vita. Inoltre vi è un rischio di ospedalizzazione annuale che varia dal 10% al 40% secondo le stime attuali. Infine, vi è un aumento del rischio di mortalità che varia da 1,5 a 3,5 volte rispetto alla popolazione generale.

Questa patologia può essere sintomatica per cardiopalmo, dispnea, discomfort o dolore toracico, capogiro, lipotimia o sincope, astenia ed altri sintomi più aspecifici come sensazione di ansia o paura e confusione mentale. Tuttavia spesso è asintomatica e la diagnosi può essere incidentale oppure avvenire in seguito a complicanze, come l’ictus ischemico.

La sua incidenza è in aumento, in particolare nella popolazione di età avanzata. Attualmente in Italia la prevalenza è pari a 570’000 casi circa. Tuttavia, si stima che per ogni paziente con diagnosi certa di FA, ci sono almeno altri due individui in cui la condizione non è stata diagnosticata, a riprova del fatto che questa patologia è purtroppo decisamente sottostimata nella sua prevalenza e incidenza.

Tale patologia va sempre sospettata nel caso di irregolarità del polso, soprattutto in pazienti di età avanzata. La diagnosi di FA è elettrocardiografica (ECG), mediante ECG a 12 derivazioni standard oppure mediante monitoraggio ECG prolungato con ECG dinamico sec. Holter o con Loop Recorder impiantabili. Questi ultimi rivestono un ruolo importante sia nella diagnosi che nel monitoraggio dopo terapia ablativa di FA.

In particolare, nel trattamento della fibrillazione atriale riveste un ruolo chiave la terapia anticoagulante, volta a prevenire l’embolia sistemica e l’ictus cardioembolico. La terapia anticoagulante di prima scelta è, secondo le ultime linee guida della Società Europea di Cardiologia (ESC) del 2020, quella con anticoagulanti orali non vitamina K-dipendenti (NOAC/DOAC, in italiano NAO), che si sono dimostrati più efficaci (in termini di minor rischio di ictus cardioembolico ed embolia sistemica) e più sicuri (minor rischio di sanguinamento) rispetto ai classici anticoagulanti dicumarolici. La recente introduzione della nota AIFA 97, che riconosce ai medici di medicina generale la possibilità di prescrizione, ha aperto le porte a scenari nuovi in merito alla prescrivibilità di queste terapie.

Inoltre, sempre secondo le ultime linee guida ESC, la terapia per controllo dei sintomi riveste un ruolo fondamentale. In particolare è possibile instaurare una terapia con farmaci antiaritmici e/o una terapia invasiva tramite ablazione della fibrillazione atriale (isolamento delle vene polmonari).

Nella gestione terapeutica della fibrillazione atriale riveste un ruolo centrale il medico di medicina generale (MMG), che spesso è il primo a fare diagnosi di questa condizione, o si trova a visitare pazienti sintomatici o asintomatici affetti da FA.

In questo contesto, anche secondo le recenti raccomandazioni delle linee guida ESC, è fondamentale la collaborazione e l’interazione fra il MMG e il cardiologo aritmologo nel trattamento della fibrillazione atriale.

Pertanto è necessario creare un contatto diretto fra queste due figure professionali al fine di ottimizzare la gestione e la cura dei pazienti affetti da FA.

Obiettivo di questo evento consiste nel far conoscere l’equipe, la struttura e l’eccellenza delle procedure che vengono effettuate presso l’elettrofisiologia dell’Ospedale Bolognini di Seriate creando un filo diretto tra ospedale e territorio, in adesione ai nuovi percorsi sanitari per l’assistenza dei pazienti, indicati dalla Regione Lombardia.

Informazioni

Obiettivo formativo

2 - Linee guida - protocolli - procedure

Procedure di valutazione

Questionario di valutazione ECM online

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Anatomia patologica
  • Anestesia e rianimazione
  • Angiologia
  • Audiologia e foniatria
  • Biochimica clinica
  • Cardiochirurgia
  • Cardiologia
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia Maxillo-facciale
  • Chirurgia pediatrica
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare
  • Continuita assistenziale
  • Cure Palliative
  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Epidemiologia
  • Farmacologia e tossicologia clinica
  • Gastroenterologia
  • Genetica medica
  • Geriatria
  • Ginecologia e ostetricia
  • Igiene degli alimenti e della nutrizione
  • Igiene, epidemiologia e sanita pubblica
  • Laboratorio di genetica medica
  • Malattie dell'apparato respiratorio
  • Malattie Infettive
  • Malattie metaboliche e diabetologia
  • Medicina aereonautica e spaziale
  • Medicina del lav. e sicurez. degli amb. di lav.
  • Medicina dello sport
  • Medicina di comunita'
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Medicina legale
  • Medicina nucleare
  • Medicina subacquea e iperbarica
  • Medicina termale
  • Medicina trasfusionale
  • Microbiologia e virologia
  • Nefrologia
  • Neonatologia
  • Neurochirurgia
  • Neurofisiopatologia
  • Neurologia
  • Neuropsichiatria infantile
  • Neuroradiologia
  • Oftalmologia
  • Oncologia
  • Organizzazione dei servizi sanitari di base
  • Ortopedia e traumatologia
  • Otorinolaringoiatria
  • Patologia clinica
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Privo di specializzazione
  • Psichiatria
  • Psicoterapia
  • Radiodiagnostica
  • Radioterapia
  • Reumatologia
  • Scienza dell'alimentazione e dietetica
  • Urologia

Infermiere

  • Infermiere

Tecnico della fisiop. cardioc. e perf. cardiov.

  • Tecnico della fisiop. cardioc. e perf. cardiov.
leggi tutto leggi meno

Allegati

Localizzazione