• Accreditato da:
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

La gestione farmacologica della schizofrenia si basa sull’impiego di farmaci antipsicotici, sia di prima sia di seconda generazione.

La scelta del farmaco deve essere personalizzata e deve ambire il più possibile ad un recupero psicosociale del paziente.

I dati di letteratura e l’esperienza clinica dimostrano che l’aderenza del paziente al trattamento si mantiene per un periodo non superiore a sei mesi nella maggioranza dei casi. Ciò è la causa principale delle riacutizzazioni dei sintomi psicotici, con conseguente ricovero ospedaliero, e preclude la possibilità di aumentare l’aspettativa di vita, significativamente ridotta (mediamente 15 anni) dalla malattia. Inoltre, la sospensione della terapia antipsicotica si associa ad un aumentato rischio di uso di sostanze.

Uno strumento clinicamente utile per aumentare il periodo di assunzione della terapia da parte del paziente è l’impiego delle formulazioni long-acting degli antipsicotici.

Il convegno presenterà e discuterà, anche con l’utilizzo di casi clinici, i criteri di scelta di tali farmaci, i vantaggi e gli svantaggi rispetto alla terapia orale, le caratteristiche farmacocinetiche e gli eventuali benefici dell’associazione con la clozapina, l’antipsicotico di maggior efficacia di cui però non è possibile disporre della formulazione long-acting.

Programma

09.00         Registrazione di partecipanti

09.30         Presentazione del Convegno - C. Marchesi

09.40         Terapia di mantenimento nel trattamento della Schizofrenia: quale strategia per quali pazienti? - C. Marchesi

10.00         Discussione

10.10         Terapia antipsicotica long-acting vs terapia orale: vantaggi e svantaggi - A. Tortorella

10.40         Discussione  

10.50         Terapia antipsicotica long-acting: criteri di scelta basati su dati di efficacia, tollerabilità e durata - G. Ostuzzi

11.20         Discussione

11.30         Farmacocinetica degli antipsicotici long-acting e associazione con clozapina - G. Schoretsanitis

12.00         Discussione

12.10         Un Antipsicotico Long-acting è una terapia adeguata della fase maniacale del Disturbo Bipolare? - B. Daniel

12.30         Discussione

13.00         Pausa                    

14.00         Presentazione e discussione casi clinici - A. Monici

16.00         Considerazioni conclusive

16.30         Termine dei lavori

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Procedure di valutazione

Questionario di valutazione ECM online

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Neurologia
  • Psichiatria

Psicologo

  • Psicologia
  • Psicoterapia
leggi tutto leggi meno

Localizzazione